News

News del 21 giugno 2012
Proroga versamenti 2012: chiarimenti dall'Agenzia sulla rateazione
Proroga dei versamenti della dichiarazione con effetti anche sui pagamenti rateali dovuti a titolo di saldo e di acconto delle imposte e dell’acconto della cedolare secca
Il DPCM del 6 giugno 2012 ha prorogato il termine di versamento delle imposte risultanti dalla dichiarazione dei redditi e di quelle in materia di IRAP e di dichiarazione unificata annuale, con lo slittamento di tutti i pagamenti delle imposte prima fissati al 16 giugno 2012.

La risoluzione n. 69/E del 21 giugno 2012 dell'Agenzia delle Entrate chiarisce il contenuto del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 6 giugno, precisando in particolare gli effetti sul piano di rateazione:
    Per effetto della proroga, il contribuente può scegliere di effettuare i versamenti entro il 9 luglio 2012 (senza nessuna maggiorazione) e dal 10 luglio al 20 agosto 2012 (con una maggiorazione delle somme pari allo 0,40 per cento di interessi).
Proroga, per chi?
La proroga riguarda in primo luogo tutte le persone fisiche e, inoltre, tutti i soggetti che esercitano attività economiche per le quali sono stati elaborati studi di settore e che dichiarano ricavi o compensi di ammontare non superiore al limite stabilito per ciascuno studio.

Quali le rate “riviste” per chi sceglie la proroga?
La proroga dei versamenti disposta dal DPCM incide anche sui versamenti rateali dovuti a titolo di saldo e di acconto delle imposte sui redditi e sul versamento rateale dell’acconto della imposta sostitutiva (operata nella forma della cedolare secca) che segue gli stessi termini di versamento stabiliti per l’imposta sul reddito delle persone fisiche.
Se il contribuente sceglie di avvalersi della proroga ed intende rateizzare i versamenti, il piano di rateazione dovrà essere rideterminato riducendo il numero delle rate. In questo caso andrà considerato come inizio della rateazione il termine di versamento prorogato.

Il termine di fine rateazione è il 16 novembre per i titolari di partita Iva e il 30 novembre per i soggetti non titolari di partita Iva.
La risoluzione contiene una serie di utili tabelle che guidano passo passo il contribuente alla rivisitazione del piano di rateazione.

Quali sono i versamenti coinvolti?
Sono stati prorogati tutti i versamenti delle imposte ordinariamente fissati al 16 giugno 2012, come ad esempio quelli relativi all’imposta sugli immobili e alle attività finanziarie detenute all’estero, l’imposta sulla rivalutazione del valore dei terreni e l’imposta sostitutiva della cedolare secca.
 
 

News

28/11/2014

Bando Macchinari, i chiarimenti del Mise
Le precisazioni riguardano le procedure per l’erogazione...

28/11/2014

Fondo mutui prima casa, disponibile il modulo per...
Il soggetto richiedente dovrà rivolgersi direttamente...

Rassegna Stampa

28 novembre 2014

Il Sole 24 ore
Conti correnti, meno vincoli ai controlli
Francesca Milano - Giovanni Parente (pag.3)

Italia Oggi
Professionisti e p.a., rivalsa Iva
Franco Ricca (pag.24)

© Copyright MAP Servizi S.r.l. - Via Cervino, 50 10155 Torino - Tel 011.5069533 - Mail: info@solmap.it
P. IVA 08670500019 - Registro delle imprese di Torino 08670500019 - Capitale sociale 100.000 euro - Privacy Policy