News

News del 21 aprile 2017
Finanziamenti, la sostitutiva si paga con F24
L’F23 si potrà utilizzare sino a fine anno. Dal 1° gennaio 2018 scatta l’obbligo di utilizzo del Mod. F24
A partire dal prossimo anno le banche e gli altri soggetti che erogano credito a medio e lungo termine dovranno versare l’imposta sostitutiva sui finanziamenti tramite il Modello F24. La novità è prevista nel Provvedimento pubblicato ieri dalle Entrate che disciplina anche la fase transitoria: sino a fine anno si potranno utilizzare alternativamente il Mod. F23 (sino ad ora l’unico in uso) e il Mod. F24, dal prossimo anno solo più quest’ultimo. A tal fine le Entrate, sempre ieri, hanno istituito i nuovi codici tributi da utilizzare in sede di versamento: “1545” denominato “Imposta sostitutiva sui finanziamenti di cui all’articolo 17 del DPR n. 601/1973 - ACCONTO”; “1546” denominato “Imposta sostitutiva sui finanziamenti di cui all’articolo 17 del DPR n. 601/1973 - SALDO”; “1547” denominato “Imposta sostitutiva sui finanziamenti di cui all’articolo 17 del DPR n. 601/1973 – Sanzione da ravvedimento”; “1548” denominato “Imposta sostitutiva sui finanziamenti di cui all’articolo 17 del DPR n. 601/1973 – Interessi da ravvedimento”.
 
 

N. 15/2017

Periodo di riferimento:

dal 1° al 15 agosto 2017

Scarica pdf Scarica word

News

27/07/2017

Scissione dei pagamenti, ecco l’elenco definitivo
L’elenco definitivo con la lista dei soggetti diversi...

27/07/2017

Non configura abuso la scissione non proporzionale...
Con la Risoluzione 98/E/2017, l’Agenzia delle Entrate...

Rassegna Stampa

27 luglio 2017

Italia Oggi
Proroga anche per gli autonomi
Fabrizio G. Poggiani (pag.25)

Il Sole 24 ore
Dichiarazioni, proroga unitaria
Federica Micardi (pag.19)

Loading

Scadenze

© Copyright MAP Servizi S.r.l. - Via Cervino, 50 10155 Torino - Tel 011.5069533 - Mail: info@solmap.it
P. IVA 08670500019 - Registro delle imprese di Torino 08670500019 - Capitale sociale 100.000 euro -  Privacy Policy - Cookie Policy